Giro 2019: il via da Bologna e tre tappe in Emilia Romagna. Giro 2019, Bologna si tinge di rosa. La corsa rosa numero 102 inizierà nel capoluogo emiliano con una cronometro a San Luca

Bologna si è già tinta di rosa per la prossima edizione del Giro d’Italia di ciclismo 2019. Un via spettacolare e attesissimo che porterà gli atleti a San Luca. La seconda tappa, domenica 12, ripartirà da Bologna e si dirigerà verso Sud. Le altre tappe previste nella regione saranno la Riccione- San marino, domenica 19 maggio. Lunedì 20 giorno di riposo. Martedì 21 si affronterà il percorso Ravenna-Modena. Mercoledì 22 si lascia l’Emilia-Romagna con partenza da Carpi, direzione Ovest.

LE TAPPE IN EMILIA ROMAGNA

TAPPA 1 – Sabato 11 maggio – BOLOGNA- BOLOGNA SAN LUCA    8,2 Km
Breve cronometro individuale con i primi 6 km piatti e i successivi 2 km in forte ascesa. Si percorreranno strade cittadini ampie e rettilinee fino ai piedi della salita al colle di San Luca.

TAPPA 9 – Domenica 19 maggio – RICCIONE-SAN MARINO    34,7 Km
Cronometro individuale suddivisa in due parti: la prima fino all’ingresso nel territorio della Repubblica di San Marino e la seconda in salita fino all’arrivo.

TAPPA 10 - Martedì 21 Maggio – RAVENNA – MODENA    147 Km
Tappa completamente piatta attraverso la Pianura Padana ravennate e bolognese. Si attraversano diverse località come Lugo, Massa Lombarda, Granarolo nell’Emilia e Crevalcore.

Segue poi l’avvicinamento veloce e piatto alla città di Modena fino alla probabile volata a gruppo compatto. Mercoled’ 22 Maggio la partenza da Carpi, direzione Ovest.

Stefano Bonaccini, presidente della regione Emilia-Romagna, ha commentato la notizia con grande entusiasmo:”Sarà una festa per l’intera Emilia-Romagna. Un’emozione e un sogno che si avverano. Tutto questo è il Giro d’Italia che, dopo tante partenze all’estero, ha scelto Bologna per il Giro 2019. Ci presentiamo a questo straordinario appuntamento avendo fatto dello sport una priorità, un fattore di coesione sociale e un’importante occasione per le aziende di mettersi in luce e sponsorizzarsi. Ringrazio quindi l’organizzazione del Giro 2019, Rcs e tutti coloro che renderanno possibile l’arrivo della carovana rosa”.