Giro d’italia 2019, il via alla corsa numero 102!

Il Giro d’Italia 2019 partirà dal capoluogo emiliano l’11 maggio e chiuderà in Veneto il 2 Giugno, uno dei percorsi più difficili degli ultimi anni. E’ stato finalmente svelato il percorso del Giro d’italia di ciclismo 2019, sotto gli occhi del mitico Chris Froome. Presenti anche i campioni italiani Viviani e Moscon, al seguito tutto lo staff di Federciclismo, il vicepresidente Di Rocco e il direttore generale Amina Lanaya.

Il prossimo giro d’italia di ciclismo 2019 avrà una identità totalmente italiana, un premio al made in italy e all’evento ciclistico italiano più seguito. Il giro si snoderà fra tre cronometro, sei tappe adatte ai velocisti, sette mediamente difficili e cinque altamente complesse. Saranno sette gli arrivi in salita comprese le due cronometro di Bologna e San Marino.

Partenza dal capoluogo dell’Emilia Romagana e chiusura a Verona con passerella finale nell’Arena, entrambe tappe cronometro individuale. La corsa Rosa del Giro 2019 ricorderà i personaggi e i luoghi che hanno fatto la storia passata e recente dell’italia, non solo sportiva. Un tributo al genio Leonardo d’Avinci, a Rossini con la tappa di Pesaro, a Coppi nel centenario della nascita con l’arrivo a Novi Ligure.

La prima settimana del giro d’italia 2019 vedrà protagonista l’Emilia Romagna con la grande partenza da Bologna, dal centro fino a San Luca. Seguiranno poi le tappe toscane, dall’Appennino fino alla Maremma. Da qui si giungerà in Lazio, da Frascati a Terracina, da Cassino a San giovanni Rotondo, nel Parco Nazionale del Gargano. Partenza poi dal Mar Adriatico con arrivo a L’Aquila, 10 anni dopo il terremoto, tappa significativa e commemorativa. Si attraverseranno poi le Marche, da Riccione a San Marino.

La seconda settimana riparte con una tappa competamente piatta attraverso la Pianura Padana: da Ravenna a Modena, poi Carpi e approdo a Novi Ligure. Si entra poi in provincia di Torino, con le tappe di montagna: Val di Susa, salita del Pian del Lupo, a seguire da San Vincenzo a Courmayeur. Poi da Ivrea a Como la tappa più lunga del giro d’italia 2019con il finale classico degli ultimi Lombardia.

La terza settimana si apre con i fuochi d’artificio, nella tappa che porterà il gruppo da Lovere a Ponte di Legno. Tappe alpine a seguire con ultima tappa di montagna che prevede una discesa da Cortina d’ampezzo, Longarone, Vittorio Veneto e volata finale verso Treviso. Dopo altre tappe dolomitiche il bellissimo finale a Verona, dove, all’interno dell’arena, verrà incoronato il vincitore del giro d’italia 2019.